A cosa dovremmo prestare attenzione durante il digiuno?

"Tutti possono digiunare? Chi non dovrebbe digiunare, quelli a cui le malattie dovrebbero stare attenti durante il digiuno? Come possiamo trascorrere il mese di Ramadan senza mettere in pericolo la nostra salute? Il dottor Hale Handan Sarıkaya ha detto cosa dovrebbe essere considerato per avere un Ramadan sano . "

È molto importante essere in grado di digiunare in modo sano durante il Ramadan. Il digiuno di persone con determinate malattie, in particolare malattie croniche, può essere estremamente dannoso in termini di salute e, se persistente, si possono incontrare situazioni pericolose per la vita.

Specialista in Medicina Interna dell'Ospedale Medipol Dr. Hale Handan Sarıkaya ha detto che coloro che hanno l'ipoglicemia e che usano intensamente l'insulina sono i leader il cui digiuno non è assolutamente corretto. Sarıkaya ha detto quanto segue sull'argomento: “La nutrizione regolare dei pazienti diabetici è molto importante per la continuità del trattamento.

Il digiuno prolungato può portare a improvvisi cali di zucchero nel sangue, con conseguenti crisi di ipoglicemia che temiamo di più. Il digiuno dei diabetici che non fanno uso di insulina ma il cui zucchero non è controllato può avere conseguenze mediche. Lo zucchero nel sangue che scende dopo un digiuno prolungato aumenta improvvisamente dopo un pasto incontrollato e spesso eccessivo e veloce all'iftar, quindi il corpo secerne troppa per bilanciare lo zucchero nel sangue. Di conseguenza, lo zucchero nel sangue scende improvvisamente e la persona si sente pigra, si sviluppano sonnolenza, sudorazione, palpitazioni, nausea, vertigini. Queste improvvise fluttuazioni nella secrezione di insulina rendono difficile il controllo dello zucchero ".

Cosa dovrebbe essere considerato durante il digiuno?

Affermando che il digiuno non è raccomandato per coloro che hanno malattie polmonari, renali, epatiche, cardiache croniche, ipertensione incontrollata, occlusione cuore-palato e coloro che hanno by-pass, a parte i diabetici, il dott. Hale Handan Sarıkaya ha affermato che la fame a lungo termine peggiora le malattie croniche e aumenta i disturbi degli organi, quindi è necessario prestare attenzione. Sarıkaya ha continuato le sue parole come segue: “Non è corretto dal punto di vista medico per i malati di cancro sottoposti a chemioterapia e radioterapia e quelli con malattie neurologiche come il Parkinson e l'epilessia digiunare.

Attenzione a chi mangia al sahur e all'iftar!

Le lamentele di chi soffre di disturbi di stomaco come gastrite e reflusso aumenteranno a causa dell'aumento dell'acidità di stomaco durante la fame. In suhoor e iftar, soprattutto se stanno lontano da bevande con bevande acide, cibi piccanti piccanti acidi, coca cola e mangiano meno, cibi lenti e ben masticati con fibre più leggere, e se ricevono sicuramente un trattamento protettivo gastrico, possono spendere Ramadan più comodamente.

Sottolineando che le donne incinte e le madri che allattano non dovrebbero raccomandare il digiuno ai bambini fino all'adolescenza, il dott. Sarıkaya ha anche richiamato l'attenzione sul fatto che le persone con malattie croniche non dovrebbero decidere di digiunare senza consultare un medico per avere un sano Ramadan.