Quali sono i rischi dell'aborto?

"Che cos'è l'aborto? Cosa si fa prima dell'aborto? Come si fa l'aborto? Quali sono i rischi dell'aborto? Cosa si dovrebbe considerare dopo l'aborto?"

Cos'è un aborto?

È l'interruzione di una gravidanza inserita nell'utero con metodi speciali a causa della propria volontà o necessità medica. Aborto; Oltre all'interruzione della gravidanza, può essere applicata anche a scopo di biopsia e trattamento.

Per quali scopi si pratica l'aborto?

1. Interruzione della gravidanza (necessità medica, gravidanza indesiderata)

* È fatto per l'interruzione di gravidanze indesiderate.

* Fino a 10 settimane di gravidanza, l'aborto viene eseguito secondo la richiesta della donna incinta.

* Se la gestante è maggiorenne e single, è sufficiente il suo consenso. Se è sposato, è necessaria anche l'approvazione della moglie.

* L'aborto non è un metodo di controllo delle nascite.

2. Aborto frazionato Nelle emorragie molto gravi e prolungate, soprattutto nelle donne di età superiore ai 40 anni, viene applicato l'aborto per determinare la causa patologica e scegliere il trattamento per fermare l'emorragia.

3. Incontri endometriali Per scoprire se c'è ovulazione dalla diagnosi di infertilità, un piccolo pezzo di utero viene prelevato dall'utero il 21 ° giorno delle mestruazioni e viene studiato l'effetto dell'ormone progesterone nell'utero.

4. Aborto a riposo È il processo applicato per pulire le parti rimanenti dopo un aborto spontaneo o un aborto.

Come valutare prima dell'intervento sull'aborto?

* Il processo di gravidanza è determinato rivolgendosi all'ostetrico e al ginecologo.

* La gravidanza è confermata dall'ecografia.

* È accertato che non esiste alcun problema di salute che possa costituire un ostacolo e pericolo all'intervento abortivo.

Cosa si fa prima della procedura di aborto?

* Il curettage viene applicato in anestesia generale o in anestesia locale. L'anestesia generale è preferita nei pazienti che non hanno partorito prima o che hanno partorito con taglio cesareo.

* I farmaci anestetici vengono iniettati in entrambi i lati della cervice in anestesia locale. Durante l'aspirazione si possono avvertire dolore e fastidio.

* Considerando l'effetto psicologico dell'aborto, dovrebbe essere preferita l'anestesia generale. L'anestesia dovrebbe essere applicata da un anestesista.

* Sono necessarie 6 ore di fame e sete prima della procedura di aborto.

Come si fa un aborto?

* Oggi, il curettage viene eseguito con il metodo di aspirazione a vuoto. Il sistema di aspirazione del vuoto utilizzato in questo metodo è chiamato cannula del carminio. I puntali in plastica utilizzati sono usa e getta e non possono essere riutilizzati.

* Uno speculum vaginale è inserito in modo che la cervice possa essere vista. La vagina e la cervice vengono pulite con una soluzione speciale. L'utero viene rettificato tirandolo con uno strumento chiamato ingranaggio singolo.

* Con uno strumento chiamato candela, la cervice viene ingrandita in base alle dimensioni della settimana gestazionale. Questa dilatazione a volte non è necessaria nelle donne in gravidanza che hanno partorito prima e la cui settimana gestazionale è piccola.

* Dopo la dilatazione (ingrandimento cervicale), cannule di plastica sterili e di dimensioni speciali vengono inserite attraverso la cervice e trasportate nella cavità uterina. La punta della cannula è montata su uno speciale iniettore appositamente prodotto che crea un vuoto. L'iniettore crea pressione e pulisce la sostanza nell'utero aspirandola. Con questo metodo si riducono al minimo le conseguenze negative degli interventi effettuati con vecchie curette metalliche affilate.

* Dopo aver pulito l'interno dell'utero, il singolo ingranaggio viene rimosso. L'emorragia al punto di origine viene attenuata con una garza e l'emorragia viene interrotta. La vagina viene pulita con una soluzione sterile e lo speculum viene rimosso.

* Prima che il paziente venga rimosso, viene controllato dall'ecografia per vedere se c'è qualche parte nell'utero.

* L'iniezione di antidolorifico viene somministrata per ridurre al minimo il dolore post-anestesia.

Cosa si dovrebbe considerare dopo l'aborto?

* Viene dimesso con antibiotici, antidolorifici e, se necessario, farmaci per la riduzione del sanguinamento.

* L'utero viene controllato mediante ecografia 1 settimana dopo l'aborto.

* Il sanguinamento simile al sanguinamento mestruale può essere visto per 2-3 giorni dopo l'aborto. È anche normale che non ci sia sanguinamento. Possono verificarsi dolori simili a dolori mestruali.

* Il sanguinamento mestruale post-aborto si verifica entro 4-6 settimane dalla procedura. Potrebbero verificarsi ritardi mestruali dopo l'aborto.

* In assenza di sanguinamento mestruale che dura più di 40 giorni dopo l'aborto, è necessario consultare un medico.

* Il bagno in piscina, mare e vasca è vietato per 2-3 settimane per prevenire l'infezione post-aborto. Fare una doccia calda stando in piedi.

* La sessualità post-aborto non è raccomandata per 2-3 settimane.

Quali sono i rischi dell'aborto?

* Puntura uterina (perforazione): poiché l'utero è morbido, può essere perforato a causa di applicazioni imprudenti. Questo rischio aumenta con l'invecchiamento dell'età gestazionale. Se l'area della puntura è ampia e sanguinante, viene immediatamente messa in funzione.

* Infezione: l'infezione può svilupparsi a seguito di interventi chirurgici eseguiti in ambienti non sterili o per negligenza della persona. Questa situazione provoca danni alle tube di Falloppio e all'adesione intrauterina.

* Pezzo rimanente (placenta a riposo): è la causa di un sanguinamento intenso dopo l'aborto. Come trattamento, il processo di aborto viene ripetuto.

* Accumulo di sangue intrauterino (ematometra): è molto raro e doloroso. L'utero non si raccoglie e la cervice si chiude, il che porta all'accumulo di sangue.

* Aborto non riuscito: la cervice non può essere aperta e la procedura non può essere eseguita per motivi come precedenti interventi uterini (ferite cervicali, conicasion, operazioni di taglio cesareo, deformità uterine congenite, doppie anomalie uterine.

* Sindrome di adesione (Asherman): è una delle cause dell'infertilità post-aborto. È uno stato di non avere le mestruazioni a causa dell'adesione che si sviluppa sulle pareti intrauterine. Si verifica a causa di un'infezione post-aborto. La spirale è attaccata e i farmaci ormonali sono usati come trattamento.

* Continuazione della gravidanza: la gravidanza può continuare quando l'aborto viene eseguito prima che il sacco gestazionale possa essere visto nell'utero (nelle gravidanze precedenti a 5 settimane).

Chiama il tuo medico senza perdere tempo!

* Se avverti una sensazione di svenimento, svenimento o svenimento dopo la procedura.

* Se il tuo sanguinamento è eccessivo e sta peggiorando

* La continuazione del sanguinamento simile a dolori mestruali e sanguinamento, anche dopo 12-20 giorni dopo l'aborto

* Se hai dolori doloranti e crampi

* In caso di febbre alta e secrezione maleodorante

* Se pensi che i sintomi della gravidanza stiano ancora perdendo