Quali sono i sintomi dell'insulino-resistenza? Alimenti che aiutano a rompere la resistenza all'insulina

"Abbiamo sentito parlare di insulino-resistenza più recentemente. L'insulino-resistenza, che è direttamente correlata alla nutrizione, influisce negativamente sulla vita se non vengono prese le misure corrette. Il Prof. Dr. Ayşe Çıkım Sertkaya ha fornito informazioni sull'insulino-resistenza. Quali sono i sintomi di resistenza all'insulina? Alimenti che aiutano a rompere la resistenza all'insulina. ".."

Segni di insulino-resistenza

Se hai disturbi come debolezza e sonnolenza dopo aver mangiato, è utile misurare la resistenza all'insulina. La resistenza all'insulina viene valutata con diversi metodi. In effetti, una vera misurazione della resistenza all'insulina è molto difficile e dovrebbe essere eseguita in condizioni ospedaliere. I valori verificati negli ambulatori di routine possono essere estremamente superficiali. I risultati del paziente, i reclami e alcuni valori nell'analisi del sangue ci portano alla diagnosi. I cambiamenti nel corpo che rivelano la resistenza all'insulina possono essere elencati come segue:

  • Oscuramento del colore della pelle
  • Oscurità e ispessimento della pelle nella zona del collo, delle ascelle e dei genitali
  • Irregolarità mestruali
  • Aumento di peso incontrollato
  • Non essere in grado di perdere peso
  • Disturbi dell'equilibrio della distribuzione muscolare / grasso corporeo

Se i tuoi occhi si chiudono subito dopo aver mangiato ...

Le persone con insulino-resistenza spesso si lamentano di sentirsi estremamente stanche, deboli e assonnate dopo aver mangiato. Per esempio; Potrebbero dire: "Ho mangiato solo due fette di pizza e non ricordo cosa è successo dopo". La situazione qui può essere spiegata come segue; Quando una persona con insulina già alta mangia la pizza, l'insulina viene secreta dall'ingresso di carboidrati nel corpo e questa secrezione aumenta all'aumentare dei carboidrati consumati. Questo tasso di secrezione varia da persona a persona; In alcuni, un'unità viene secreta, mentre in un altro questo tasso può salire da cinque a dieci o anche più unità.

Per evitare ciò, è necessario prevenire la secrezione di insulina, cioè ridurre l'assunzione di carboidrati elevati. Queste persone sentono una forte fame poche ore dopo aver mangiato e vogliono soprattutto mangiare zucchero e cibi zuccherati. Poiché l'insulina è una molecola di accumulo, l'accumulo di tessuto adiposo nel corpo aumenta man mano che sale nel sangue. In queste persone, l'ispessimento è comune, soprattutto intorno alla vita e all'addome. Inizia così il circolo vizioso tra aumento di peso e resistenza all'insulina.

L'equilibrio tra carboidrati e proteine ​​dovrebbe essere ben stabilito

Il consumo di carboidrati dovrebbe essere limitato prima contro la diminuzione dello zucchero nel sangue causata da un alto livello di insulina. Se si devono assumere carboidrati, è necessario prestare la massima attenzione per avere una fonte di proteine ​​con esso. Per esempio; Se si vuole mangiare riso, aggiungere immediatamente lo yogurt al menu oppure consumare riso e carne insieme. Se si vuole mangiare una fetta di pane, si può consumare anche il formaggio. È utile prestare attenzione al sale qui. I tipi di formaggio non salati dovrebbero essere preferiti il ​​più possibile. Inoltre, è utile consumare molta acqua. L'acqua è molto importante per mantenere l'equilibrio perché il corpo utilizza la maggior parte dell'acqua durante la produzione di energia.

Esci dal circolo vizioso con degli snack

Il digiuno prolungato non è mai consigliato perché è estremamente difficile stare al passo con il cibo dopo un lungo periodo di digiuno. Inoltre, il metabolismo più stimolante e accelerato è il mangiare. Pertanto, i pasti non dovrebbero essere saltati e si dovrebbe prestare attenzione agli spuntini. Se lo spuntino è insufficiente, può creare un secondo spuntino. Durante l'organizzazione degli spuntini, il supporto dovrebbe essere preso da piccoli stimoli e il metabolismo dovrebbe essere accelerato. I carboidrati di qualità possono essere inclusi nel menu. Altrimenti, il circolo vizioso continuerà. Ad esempio, è possibile consumare yogurt alla frutta contenente sia carboidrati che proteine. Una fetta sottile di torta può essere mangiata con 1 bicchiere di latte, oppure si può preferire il formaggio con l'anguria, facendo attenzione al suo sale.

1 bicchiere di latte accanto alla frutta

La frutta può anche essere preferita per gli spuntini. La frutta contiene fruttosio e il suo metabolismo è leggermente diverso dal glucosio. Per questo motivo è sconsigliato un consumo di frutta molto intenso in una sola volta. Inoltre non è giusto non mangiare alcun frutto. È possibile consumare un'arancia grande, 2-3 mandarini o una banana come spuntino. Se hai un problema di diabete o di resistenza all'insulina, puoi aggiungere una ciotola di yogurt o un po 'di latte per bilanciare lo zucchero della frutta. A volte, accanto al frutto si consigliano 8-10 noci secche come mandorle o noci. Qui, l'assorbimento è supportato dall'assunzione di grassi. In questo modo si evita l'effetto glicemico del frutto.