Scopri i punti sexy

"Solo le donne che si conoscono bene possono trovare cellule a questo punto che permetteranno ai loro partner di dimostrare le loro capacità sessuali complete".

Nel 1950, il ginecologo tedesco Ernst Gräfenberg scoprì il leggendario punto G, che prende il nome dalla prima lettera del suo cognome. Il punto G si trovava nella parte anteriore della vagina, appena dietro l'osso vicino all'ingresso. Misurando pochi centimetri quadrati di larghezza, quest'area muscolare quadrata era estremamente sensibile. Come ti piacerebbe conoscere il punto G che raggiungerà il tuo orgasmo con domande?

Sebbene la fisiologia della sessualità femminile non sia ancora ben nota, sembra che alcune donne abbiano effettivamente trovato il punto G. Tuttavia, l'esistenza di molte donne che non hanno ancora trovato il loro punto G è fuori dubbio. Il punto G è un'area che aiuta il culmine dell'orgasmo. In effetti, le donne stanno iniziando a essere riattivate in questa zona erogena, che è estremamente adatta all'eccitazione. La bocca della vagina, soprattutto la parte anteriore, è un'area estremamente sensibile in generale, a differenza del fondo, che non contiene cellule sensoriali.

Qual è la struttura del punto G?

Ci sono due ipotesi sul punto G: 1) Un fascio di nervi dal clitoride o 2) Una o più ghiandole che producono secrezioni vaginali. È visto come forse l'equivalente femminile della ghiandola prostatica negli uomini.

Come si può trovare il punto G?

Muovi le dita intorno alla vagina con un movimento circolare. Piega leggermente le dita in avanti in modo che colpiscano la parete anteriore della vagina. Potresti sentire un'area gonfia o una serie di protuberanze sulla punta delle dita, oppure potresti non sentire nulla. Sebbene tu possa trovare questo movimento estremamente piacevole, potresti anche venire in bagno o provare entrambi. Colpire quest'area con movimenti variabili ti consentirà di capire se il punto G è stato realmente trovato o meno.

Qualcuno ha il punto G?

No. Anche la regione in cui si trova può variare da persona a persona. Così come il piacere di stimolare il clitoride può variare, la risposta alla stimolazione del punto G può variare da una donna all'altra. Ad alcune persone non piace o pensano che non abbia niente di speciale.

Qual è la posizione ideale per il punto G?

Molte donne amano stare nella posizione del "cane" durante i rapporti sessuali, con la parte del ventre appoggiata sul letto, le gambe divaricate e i fianchi leggermente sollevati, perché in questa posizione il punto G viene stimolato. Questo perché il pene dell'uomo tocca maggiormente la parete anteriore della vagina. La maggior parte delle donne ha bisogno di più pressione sulla parte anteriore del ghaji, un ritmo veloce e molto attrito per raggiungere l'organo nel punto G.

Trovare il punto G equivale a raggiungere il massimo sessualmente?

No, non dovrebbe essere esagerato più di tanto. Non trovare il punto G non significa nemmeno che sia un problema serio. Questa situazione non equivale a non poter godere del sesso. È sbagliato incolpare le donne che non riescono a trovare il loro punto G.

È possibile divertirsi senza trovare il punto G?

È possibile raggiungere l'orgasmo in molti modi diversi. Può manifestarsi con contrazioni vaginali, brividi o secrezioni muscolari. Non ci possono essere standard nella sessualità. È utile non essere troppo ossessionati dal piacere. Non c'è niente di simile da godere in un modo o nell'altro tutto il tempo. L'importante è riuscire a raggiungere l'armonia necessaria con il proprio partner e provare il piacere al massimo. È meglio che la donna improvvisi a letto il più possibile.