Sposare una donna con il suo stupratore normalizza lo stupro!

"CİSED:" Sposare una donna con il suo stupratore significa vedere lo stupro come sessualità e normalizzarla ... "

L'Alto Consiglio dei giudici e dei pubblici ministeri (HSYK) ha affermato: "Lascia che la donna violentata sposi lo stupratore, che la magistratura non venga contestata". L'Associazione dell'Istituto per la Salute Sessuale (CİSED) ha rilasciato un nuovo comunicato stampa su "Stupro e donna".Ecco alcuni titoli molto sorprendenti dal comunicato stampa di CİSED, che può creare un'agenda nel nostro paese con i suoi studi sociali e dichiarazioni alla stampa:Lo stupro e il matrimonio sono concetti contraddittori Il presidente di CİSED, che ha sottolineato che sarebbe molto sbagliato sposare o incoraggiare una donna a sposare il suo stupratore. Cem Keçe; "L'idea di sposare una donna con il suo stupratore nasce dall'ignoranza e dalla sottovalutazione sia dell'istituzione del matrimonio che della psicologia delle donne dopo lo stupro. Giudici e pubblici ministeri hanno dato suggerimenti interessanti e controversi alle riunioni organizzate dal Consiglio superiore dei giudici. e Procuratori per accelerare la magistratura e identificare i problemi. Come CİSED, ci opponiamo fermamente a questa proposta di non lasciare incustodite le donne violentate e riteniamo che il punto raggiunto nella comunità giudiziaria sui diritti delle donne sia terrificante. Solo questi suggerimenti incoraggiare i crimini contro le donne perché questa prospettiva considera lo stupro come sessualità e normalizza lo stupro. non lo è, è un vile attacco ai diritti umani fondamentali. Per le persone che sono state molestate o violentate sessualmente; Oltre a imbarazzo, umiliazione, paura, rifiuto, rifiuto, ritiro, insicurezza, incredulità, disperazione, sentirsi impotenti, depressi, costretti, annoiati e paura di perdere il controllo, ci sono anche sintomi di trauma sotto forma di chiusura di casa, risentimento, noia , disgusto e disgusto. Inoltre, le donne che sono state violentate sviluppano sentimenti negativi non solo verso il loro stupratore, ma anche verso tutti gli uomini, e questo stato d'animo è a un livello che capovolgerà la vita della donna. Per questo motivo, le donne che sono state violentate, indipendentemente dalla loro età, mostrano di evitare gli uomini, essendo sempre attente agli uomini, vivendo nella paura, sfiducia verso tutti gli uomini, evitando lo stupro e il luogo in cui vengono violentate. Per questo motivo, l'idea di sposare la donna con il suo stupratore fa sì che queste donne rimangano vigili per tutta la vita e cadano in una depressione mentale. Inoltre, cercare di unire i due concetti opposti di matrimonio e stupro è come versare l'aceto su un dessert. Perché nessuno vorrà essere infelice, passare la vita con qualcuno che ricorda loro un trauma e in un ambiente pieno di insicurezze. Tuttavia, la sessualità sana viene vissuta con il piacere, la sicurezza e l'amore di due persone e questi sentimenti positivi continuano dopo questa vita. Quando si tratta della realtà del matrimonio, i matrimoni sani possono essere costruiti sull'amore, il rispetto e la fiducia. È impossibile per le donne che subiscono il trauma e la psicologia dello stupro avere amore, rispetto e fiducia nell'uomo stupratore che sposeranno. Inoltre, i bambini nati in matrimoni stabiliti in questo modo non cresceranno sani. "Uno degli obiettivi di uno stato è creare individui mentalmente e fisicamente sani e famiglie sane".Il punto di vista dello Stato nei casi di stupro dovrebbe essere diretto non solo ai danni fisici ma anche ai danni mentali.Affermando che il trauma fisico può essere superato facilmente, ma il trauma mentale può richiedere una vita per essere superato, il segretario generale del CİSED e lo psicologo Serap Güngör, coordinatore dei media e delle pubbliche relazioni del CİSED; "Indagare se una donna che è stata violentata o abusata ha solo un deterioramento della sua salute fisica è come uno struzzo che si protegge dai pericoli seppellendo la testa nel terreno. Perché il trauma fisico che si verifica nelle molestie sessuali e nello stupro può sempre essere gestito con trattamenti ben eseguiti e le persone possono continuare la loro vita senza lasciare traccia. "Tuttavia, i traumi psicologici che si verificano durante l'abuso sessuale e lo stupro non rispondono facilmente ai trattamenti e il trauma mentale a volte può durare per tutta la vita. Pertanto, le vittime di stupro che sono disperate , insicuro e irrequieto sarà infelice e infelice. Non è così facile cancellare la vita e superare i traumi come si pensa. Pertanto, come CISED, sosteniamo sempre una persona pacifica, una sessualità sana, un matrimonio felice e una vita familiare, e il nostro stato non seppellisce la testa nella sabbia e non dirige i fatti esistenti. Non dovrebbe cercare di salvare il momento nella sua mente. Il punto di vista dello Stato dovrebbe essere diretto non solo al danno fisico ma anche al danno mentale ", ha detto.