Attenzione al cardigan della depressione!

"La stagione invernale gioca un ruolo sugli ormoni nel cervello. L'accorciamento delle giornate e il freddo causano restrizioni alle attività sociali, influenzando notevolmente anche il sonno e le abitudini alimentari. Lo psichiatra Dr. Mahir Yeşildal ha fatto importanti valutazioni sulla depressione e la depressione invernali".

Il nostro stato mentale determina i film che guardiamo, le canzoni che ascoltiamo e i libri che leggiamo. Esiste una cosa come un "cardigan con depressione". Ma non ci sono cose come "bikini per la depressione, pantaloncini per la depressione, gilet per la depressione". In effetti, la depressione in inverno è vissuta in modo diverso nel mondo e in Turchia.

Uno dei motivi più importanti; giorni più brevi

Quando le giornate si accorciano, accadono due cose fondamentali. Uno; Prima di tutto, il cervello è esposto a meno luce solare e l'ormone melatonina viene secreto meno. Questo ormone determina l'equilibrio sonno-veglia. Si verificano cambiamenti nella quantità dell'ormone chiamato serotonina, aumenta l'appetito.

La seconda ragione è l'accorciamento delle giornate, qualcosa che limita la nostra vita sociale in un aspetto. Perché fa freddo e le notti sono lunghe. D'estate c'è il mare, c'è la spiaggia, si può uscire la sera, si può fare una passeggiata sulla spiaggia, si può andare in un bar; Ma in inverno, questi non sono possibili a causa delle condizioni meteorologiche. Questo limita inevitabilmente la nostra attività fisica.

La vita digitale aumenta la depressione invernale

Stiamo vivendo la depressione invernale in un modo molto più intenso, molto più pesante e molto più fastidioso rispetto agli anni precedenti a causa dell'attuale tecnologia che isola le persone digitali. La solitudine digitale è proprio ciò che ama la depressione invernale. La cosa che la pasticceria, il baklava e la pasticceria amano di più è stare da soli. Questi sono tutti collegati alla depressione.

La depressione invernale influisce troppo sulle abitudini alimentari. La persona aumenta la quantità di sonno e inizia a consumare continuamente carboidrati. L'inverno sta finendo, l'estate sta arrivando; ma i chili restano. Questa volta scatena la depressione estiva.

La depressione non deve essere confusa con la tristezza

Essere triste per qualcosa quel giorno non è depresso. Depressione; Almeno 2 settimane, la persona non si è goduta la vita, non voleva fare nulla e non poteva continuare la sua normale vita quotidiana; Ad esempio, una malattia del cervello in cui non può svolgere il suo lavoro se è una casalinga, ha difficoltà o non vuole andare a lavorare se è un dipendente pubblico e cambiamenti nel suo comportamento correlato al corpo come il sonno e l'appetito . Vediamo la frase "sono depresso" molto spesso nella società; ma la maggior parte di coloro che lo dicono non sono effettivamente depressi nel senso classico che stiamo dicendo. Loro sono tristi. Essere tristi non è una malattia in sé.

Depressione, una malattia del cervello

È necessario distinguere la depressione dalla normale tristezza e trattarla come una malattia del cervello. Stiamo parlando di una malattia che non è nelle mani di una persona e non sceglie di propria spontanea volontà. Se c'è una malattia, se c'è un paziente, è ovvio che un approccio medico e psicologico sarà corretto.