Avvertimento di "digiuno" per future mamme da parte di uno specialista

"Durante la gravidanza, a causa dello sviluppo del bambino, aumenta il fabbisogno di proteine, energia, liquidi, minerali e vitamine della futura mamma. Per questo motivo, essere affamati e disidratati per lungo tempo possono influire negativamente sulla salute della madre e lo sviluppo del bambino. Specialista in ginecologia e fecondazione in vitro Op. Ha fatto raccomandazioni alle future mamme che volevano digiunare ".

Il digiuno durante la gravidanza è una decisione personale. Prima di prendere questa decisione, è necessario considerare lo stadio della gravidanza, se vi è una malattia sistemica di accompagnamento o un fattore di rischio aggiuntivo, e il ginecologo e l'ostetrico dovrebbero essere consultati.

I primi 3 mesi di gravidanza sono il periodo di rapida crescita e sviluppo del bambino nell'utero. In questo periodo, è molto importante che la futura mamma assuma nutrienti, vitamine e minerali adeguati e completi affinché il bambino possa sviluppare una crescita e uno sviluppo sani. Durante questo periodo, se le donne incinte rimangono affamate e disidratate a lungo per digiunare, la perdita di liquidi, la glicemia e la diminuzione della pressione sanguigna possono portare a svenimenti.

Un'assunzione insufficiente di liquidi può causare un parto prematuro

Da 4 a 6 mesi di gravidanza sono relativamente sicuri. Tuttavia, se ci sono malattie come il cuore, l'ipertensione, il diabete o la minaccia di parto prematuro durante questo periodo, il rischio di digiuno aumenterà le complicanze. Un insufficiente apporto di liquidi e nutrienti durante la gravidanza può influire negativamente sul sistema immunitario, provocando infezioni e questo può comportare il rischio di aborto spontaneo o parto prematuro.

Gli ultimi 3 mesi di gravidanza sono il periodo in cui il bambino aumenta di peso rapidamente e si prepara per il parto. In questo processo, è importante avere una dieta equilibrata e regolare per mantenere i livelli di zucchero nel sangue e pressione sanguigna entro i limiti normali nella futura mamma. La fame e la sete prolungate possono sconvolgere questo equilibrio.

Nella gestante, attacchi di ipoglicemia o diabete correlato alla gravidanza possono portare a molte complicazioni come anemia, pressione sanguigna bassa o ipertensione, aumento di peso insufficiente del bambino e diminuzione dell'acqua. Un'assunzione insufficiente di liquidi può causare suscettibilità a infezioni, disturbi digestivi e parto prematuro. Le future mamme che vogliono digiunare dovrebbero assolutamente consultare il proprio medico e scoprire se sono a rischio.