Imene

"L'imene mantiene ancora la sua importanza sociale e culturale nel nostro Paese e in alcune parti del mondo".

Il nome latino dell'imene è imene e imene è il nome del dio del matrimonio nella mitologia greca. Il fatto che l'imene sia ancora intatto è erroneamente un simbolo della verginità della donna, cioè non essere con un uomo, e ancora, erroneamente, l'assenza di sanguinamento nel primo rapporto è vista come prova che la donna ha avuto rapporti sessuali con un uomo prima, e così tante ragazze innocenti possono incontrare eventi che influenzeranno le loro intere vite. Questo è vero non solo nel nostro paese ma anche in molte culture. Ostetriche e ginecologi hanno purtroppo assistito a giovani donne portate in clinica per "l'esame dell'imene" e quindi umiliate fino all'umiliazione. Questo articolo è stato preparato come domanda e risposta al fine di mantenere alcune delle idee sbagliate sull'imene o per chiarire le incognite.Perché esiste una struttura del genere? L'imene è una struttura sottile situata a 1-1,5 centimetri all'interno dell'ingresso vaginale. Anatomicamente e fisiologicamente, l'imene non ha alcuna funzione nota. Sebbene si pensi che abbia una funzione protettiva contro le infezioni del tratto genitale, questa opinione non è pienamente valida in quanto è oggetto di dibattito come una struttura con un foro nel mezzo proteggerà dalle infezioni. In effetti, il motivo per cui le infezioni si verificano meno frequentemente in quelle vergini è che queste ragazze non sono state esposte a malattie a trasmissione sessuale. Malattie infettive come PID (infezione pelvica) e vaginite, quando inizia la vita sessuale attiva, la maggior parte di esse sono infezioni che vengono avviate da batteri a trasmissione sessuale.L'imene può mostrare differenze strutturali? Anatomicamente, l'imene è una struttura semiflessibile e sottile situata all'ingresso della vagina, più comunemente con un piccolo foro nel mezzo per il flusso del sangue mestruale e delle secrezioni vaginali. In alcune donne, questa struttura può essere troppo rigida o troppo flessibile. Alcune donne possono avere due o più buchi nel mezzo invece di uno. In rari casi, il foro al centro della membrana è così grande che all'esame si può presumere che non ci sia quasi nessuna membrana. In alcuni casi molto rari, non vi è alcun foro nella membrana (imene imperforato). In questo caso, il sanguinamento mestruale si accumula costantemente nel canale genitale a partire dalla prima emorragia osservata nelle ragazze giovani, e in ogni periodo mestruale la ragazza si lamenta di "non avere le mestruazioni, ma di provare un dolore eccessivo". Il sanguinamento può accumularsi in misura così avanzata che l'intero utero e l'intera vagina possono essere riempiti di sangue e la ragazza potrebbe non aver ancora avuto il primo sanguinamento mestruale. Questa è una situazione grave e per non danneggiare il sistema genitale della donna, l'imene dovrebbe essere aperto chirurgicamente e il sangue all'interno dovrebbe essere scaricato.L'imene sanguina necessariamente durante il rapporto sessuale? Sebbene l'imene sia relativamente flessibile, è una struttura anatomica che si strappa e sanguina facilmente durante i tentativi di penetrazione nella vagina (tramite rapporti sessuali, dita o strumenti di esame). Tuttavia, a causa di significative differenze strutturali tra gli individui, l'imene potrebbe non sanguinare al primo rapporto sessuale in quelli con imene estremamente flessibile o se ci sono pochi vasi sulla membrana strutturalmente. Sebbene non esista uno studio che determini la frequenza di ciò, l'esperienza mostra che probabilmente l'1-2% delle donne non sanguina al primo rapporto sessuale perché l'imene è estremamente flessibile o ha meno vascolarizzazione.È possibile per una donna vergine sottoporsi a una visita ginecologica? Una delle fasi più importanti dell'esame ginecologico è l'esame speculare per osservare la vagina e la cervice. Nella pratica medica quotidiana, questa procedura per lo più non viene applicata all'esame delle vergini e l'esame manuale viene eseguito dall'ano. Un'altra tendenza comune tra i medici è che una vergine viene valutata solo dagli ultrasuoni. La ragione di questa tendenza diffusa è la tendenza delle donne a scegliere il proprio medico tra "medici che diagnosticano solo con l'ecografia" per l'opinione comune che "l'esame è un metodo meno sviluppato dell'ecografia". La sola ecografia addominale non è sufficiente per la valutazione di una donna vergine. Nella valutazione di disturbi come secrezione e dolore all'inguine è possibile eseguire un esame anale senza danneggiare l'imene e non deve essere trascurato.Cosa dovrebbe essere considerato nella "prima notte"? Nella prima notte, o più in generale, nel primo rapporto sessuale, ci sono doveri importanti sia per gli uomini che per le donne. Affinché questa prima esperienza sia bella e che evochi sentimenti quando viene ricordata, la donna deve sentirsi psicologicamente pronta per questa prima esperienza. Una lubrificazione adeguata dovrebbe essere fornita nella vagina con i preliminari e, se ciò non viene raggiunto, dovrebbero essere utilizzati farmaci sotto forma di gel lubrificanti venduti in farmacia e disponibili senza prescrizione medica. La prima esperienza sessuale non deve essere necessariamente dolorosa. È molto probabile che si verifichi una prima esperienza indolore quando la donna è sufficientemente rilassata e anche l'uomo è gentile. Una delle paure più importanti delle donne nelle loro prime esperienze è rimanere incinta. Pertanto, è ideale per l'uomo utilizzare un preservativo o avere rapporti sessuali dopo aver iniziato a utilizzare un metodo di protezione appropriato in consultazione con il medico della donna.La membrana può sanguinare eccessivamente durante il primo rapporto sessuale? Soprattutto se l'uomo si comporta in modo molto frettoloso e duro, il tessuto vaginale può lacerarsi insieme alla membrana nelle donne con corporatura piccola. Questa è una condizione che progredisce con sanguinamento eccessivo e probabilmente deve essere trattata con punti di sutura. Anche la struttura molto dura dell'imene può contribuire a questa situazione. Normalmente, l'emorragia che si verifica nel primo rapporto si interrompe entro pochi minuti al massimo in mezz'ora. Se l'emorragia è molto grave o non si interrompe nonostante lunghi periodi, può essere necessario consultare un medico. In alcuni casi, l'emorragia si verifica nel primo rapporto, la lacrima guarisce e sanguina di nuovo nei rapporti successivi. Ciò è dovuto al fatto che l'imene è troppo duro o troppo "striato". Se la quantità di sanguinamento non è eccessiva, se l'emorragia che si verifica in ogni rapporto è di breve durata, non c'è nulla di cui preoccuparsi.È possibile riparare l'imene? La riparazione dell'imene è possibile e ci sono medici e donne che la richiedono in tutto il mondo. Il fattore determinante più importante per stabilire se questa riparazione avrà successo è quando si verifica la rottura. Uno strappo recente (giorni fa) può essere facilmente riparato. Nelle donne che hanno avuto molti rapporti sessuali e hanno partorito, le parti dell'imene sono ridotte, quindi la sua riparazione può essere molto difficile e potrebbe non funzionare.Tutti i ginecologi e gli ostetrici eseguono questa riparazione? No. Una parte molto importante degli specialisti in ginecologia e ostetricia considera le questioni etiche e non esegue questa riparazione.Può verificarsi una gravidanza senza deterioramento dell'imene? Sì. La gravidanza non pregiudica necessariamente la formazione dell'imene. Come descritto sopra, sebbene una membrana flessibile sia intatta durante il rapporto sessuale, può verificarsi una gravidanza. Un altro modo è che l'eiaculazione maschile in un luogo molto vicino all'imene, anche se è ancora raro. Poiché gli spermatozoi sono cellule altamente mobili, possono iniziare la gravidanza passando dall'ingresso della vagina alla cervice e da lì al sistema genitale interno.Si può capire se l'imene è intatto o meno nell'esame? In un esame eseguito dallo Specialista in Ginecologia e Ostetricia, si può capire se l'imene è rotto e se è lacerato, se si tratta di una vecchia lacrima o di una nuova lacrima. Tuttavia, ostetrici e ginecologi hanno la libertà di scegliere di non eseguire questo esame o di rifiutarsi di presentarsi a seguito dell'esame, a meno che non siano assegnati come medico legale in un'istituzione ufficiale. Inoltre, Ginecologi e Ostetrici non sono obbligati a riferire i risultati dell'esame a soggetti diversi dal paziente. Ka─čan Kocatepe Specialista in ginecologia e ostetricia www.gebelik.org