In aumento: violenza emotiva e verbale

"La violenza viene trasmessa di generazione in generazione. Molte situazioni come pronunciare parole dispregiative, nominare nomi, spaventare, non dare abbastanza soldi, criticare costantemente, minacciare, spaventare dall'abbandono sono coinvolte nella violenza emotiva. Specialista in salute mentale e malattie Dr. Salıcha Gkıouler, in quasi ogni aspetto della vita umana. Ha fatto dichiarazioni importanti sul problema della violenza che si può vedere e che sta aumentando nel mondo ".

L'individuo impara osservando la violenza come metodo per affrontare lo stress, modellandola, assistendo alla violenza vissuta tra i genitori o come bersaglio individuale della violenza. Proprio come altri comportamenti, la violenza viene appresa per imitazione durante la comunicazione reciproca all'interno del gruppo e trasmessa di generazione in generazione.

LA VIOLENZA È TRASFERITA PER GENERAZIONE

Direttamente o indirettamente, i bambini vengono a conoscenza del comportamento violento dei loro genitori e parenti stretti. Questi comportamenti violenti appresi sono rinforzati durante l'infanzia e imitati nell'adolescenza e nell'età adulta, e usano questi comportamenti che apprendono soprattutto sotto stress o durante periodi di conflitto come metodo di risoluzione dei problemi. I genitori che hanno usato la violenza contro i loro figli o hanno abusato dei loro figli in qualsiasi modo hanno appreso questo comportamento come risultato del comportamento violento a cui sono stati esposti o assistiti da bambini. Se i bambini subiscono abusi dalle loro famiglie, questi modelli comportamentali li inducono ad apprendere e interiorizzare questi comportamenti e ad abusare e maltrattare i propri figli in futuro.

CI SONO 3 CATEGORIE

Queste categorie sono; È violenza fisica, emotiva e verbale. Violenza fisica; È l'uso di metodi che causeranno fisicamente tutti i tipi di danni per punire gli individui. Qualsiasi attacco che danneggi l'integrità del corpo di qualcun altro o provochi dolore può essere descritto come violenza fisica. Molte situazioni come pronunciare parole dispregiative, chiamare nomi, intimidire, non pagare abbastanza soldi, costringerli a fare cose che non vogliono fare, lasciarli soli, indirizzarli al crimine, non soddisfare i loro bisogni emotivi, rifiutarli, l'amore, criticando costantemente, minacciando, spaventando abbandonando, diventa violenza emotiva. L'uso di parole e azioni come mezzo per punire e controllare l'altra parte al fine di intimidire, esercitare pressioni e intimidire è definito violenza verbale. Sebbene possano essere intrecciati con la violenza emotiva, ci sono anche alcune differenze tra loro. Nella violenza verbale, l'espressione verbale di insulti e comportamenti sono in prima linea. Generalmente si verifica con l'effetto di lampi improvvisi dovuti all'incapacità di controllare la rabbia.

IL DIMENTICATO PU ESSERE UN SINTOMO DI VIOLENZA

I sintomi fisici includono lesioni in varie parti del corpo con vari gradi di recupero, disturbi somatici multipli, disturbi alle dimissioni (stitichezza, diarrea), disturbi alimentari, ricoveri multipli ai servizi di emergenza, uso di farmaci non adatti alle loro condizioni fisiche, sovradosaggio di droghe. I sintomi mentali includono ansia, paura, depressione, difficoltà di concentrazione, dimenticanza, impotenza, disperazione, bassa autostima e tentativo di suicidio.