5 super alimenti che prevengono il cancro al seno

"Prestare attenzione a ciò che mangi e al tuo stile di vita è una delle sostanze più importanti che ti proteggono dal cancro ... È possibile prevenire il cancro al seno con questi alimenti che puoi mangiare come medicina!"

OLIO D'OLIVA

Secondo uno studio condotto presso la Feinberg University di Chicago e pubblicato sulla rivista oncologica, l'acido oleico presente nell'olio d'oliva ha proprietà protettive contro il cancro al seno. L'acido oleico sopprime il gene che innesca la formazione del cancro al seno e gli impedisce di agire.

Allo stesso tempo, l'acido oleico aumenta l'efficacia dei farmaci utilizzati nelle pazienti con cancro al seno. L'acido oleico, che si trova principalmente nell'olio d'oliva, è ancora oggetto di studi scientifici. I benefici dell'olio d'oliva dal cancro alle malattie cardiache sono stati ufficialmente riconosciuti dalla FDA (US Food and Drug Administration). Per aumentare l'efficacia dell'olio d'oliva, deve essere utilizzato e conservato correttamente. L'olio d'oliva va provato per essere consumato crudo. Se utilizzato in cottura, va aggiunto 5 minuti prima della cottura. Dovrebbe essere conservato in un ambiente luminoso e privo di umidità.

KEFIR

Kefir previene la formazione di tumori o riduce la progressione di quello esistente. In uno studio condotto sui topi in Giappone, è stato affermato che il kefir riduce il rischio di cancro del 53,6% e riduce il rischio del 67% se usato insieme a farmaci antitumorali.

Nelle pazienti con cancro al seno sottoposte a chemioterapia, è stato esaminato lo stato di kefir per ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia ed è stata osservata una diminuzione dei sintomi come nausea, diarrea, vomito e dolore. L'effetto positivo del kefir sul cancro e su altre malattie è stato dimostrato da molti studi.

GUSCI E SEMI DELL'UVA

Il resveratrolo, presente soprattutto nella buccia dell'uva, ha proprietà antitumorali. Allo stesso tempo, i polifenoli, che sono abbondanti nei semi dell'uva, riducono l'effetto dei radicali liberi mostrando proprietà antiossidanti. I radicali liberi sono la fonte di molte malattie croniche.

Le sostanze che combattono i radicali liberi nella buccia dell'uva nera prevengono gli eventi metabolici che stimolano la formazione del cancro. I semi d'uva e l'estratto di semi d'uva sono protettivi contro il cancro al seno e riducono gli effetti collaterali nel trattamento della malattia. Negli studi degli esperti del London Cancer Research Institute, è stato affermato che gli antiossidanti nei semi d'uva sono protettivi in ​​questo processo, che danneggia le cellule e lascia ferite e dolori, come la radioterapia (radioterapia). Gli antiossidanti circondano le molecole dannose che si verificano durante la radioterapia.

BROCCOLI

È ricco di A, C, E e carotene. Gli effetti positivi dei broccoli, in particolare sul cancro al seno, sono stati dimostrati in studi clinici. Ha anche dimostrato effetti positivi sul cancro alla prostata. I broccoli contengono 5 sostanze protettive contro il cancro al seno. Sulforafen è il più forte di questi.

Il suo effetto anti-cancro è dovuto al fatto che attiva (stimola) l'enzima quinnen reduttasi. Supportando questo effetto del sulforafano, è la sostanza indolo-3carbinolo che si trova anche nei broccoli. I broccoli sono ricchi di indolo. Gli indoli sono ormoni vegetali. Questi ormoni forniscono l'equilibrio ormonale nelle donne. Il fatto che lo squilibrio ormonale gioca un ruolo nello sviluppo del cancro al seno è stato dimostrato in studi clinici. Il fatto che i broccoli siano ricchi di antiossidanti protegge anche le cellule dai radicali liberi. È dovuto al fatto che contiene sostanze quercetina e kaempherol che conferiscono ai broccoli le sue proprietà antiossidanti.

SOIA

Il livello e l'effetto degli estrogeni è importante nella formazione del cancro al seno. Una riduzione del 15% del livello di estrogeni riduce il rischio di 4 volte. La genisteina nei semi di soia riduce l'effetto degli estrogeni. La soia fornisce un aumento delle sostanze leganti gli estrogeni nel sangue.

La genisteina agisce in modo simile agli estrogeni sulle ossa e sui lipidi del sangue, proteggendo gli organi dipendenti dagli ormoni come le ghiandole mammarie e la prostata. Il gamma tocoferolo (una forma diversa di vitamina E) contenuto nella soia lega il perossido di nitrito (una sostanza che si forma durante la digestione di alcuni alimenti e danneggia le cellule), che è un pericoloso radicale libero. In Estremo Oriente, il consumo di soia in forme come soia, tofu e latte di soia è comune. Negli studi condotti in queste regioni, l'incidenza del cancro al seno è inferiore. Il fatto che la soia contenga estrogeni vegetali (fitoestrogeni) fornisce questo effetto.