Prendi le tue precauzioni contro un attacco cerebrale

"L'ictus è dovuto principalmente all'improvvisa occlusione dei vasi che portano al cervello. Questo è chiamato ictus ischemico. Tra le persone, questa malattia è nota come" occlusione vascolare nel cervello ".

Cos'è un ictus (attacco cerebrale)? L'ictus è un'improvvisa diminuzione o interruzione del flusso sanguigno al cervello. Più raramente, può verificarsi un ictus quando uno dei vasi cerebrali si rompe e il sangue sanguina nel tessuto cerebrale. Questo è chiamato ictus emorragico. Questa malattia è nota come "emorragia cerebrale". L'ictus è chiamato attacco cerebrale, proprio come un attacco di cuore, poiché un ictus si verifica improvvisamente e richiede un trattamento immediato. Se i sintomi dell'ictus persistono per meno di un'ora, si parla di attacco ischemico transitorio (TIA) o mini-ictus. Gli effetti di un ictus dipendono da quali vasi cerebrali sono ostruiti e in che misura L'ictus può causare un'improvvisa perdita di forza, perdita di sensibilità o difficoltà a parlare, vedere e camminare. Poiché diverse parti del cervello controllano diverse parti del corpo e le loro funzioni, la regione del cervello in cui si verifica un ictus e le sue immediate vicinanze sono generalmente influenzate da un ictus. A volte i pazienti con un ictus possono avere mal di testa, ma generalmente non causa un mal di testa da ictus. È molto importante conoscere i primi segni di ictus e consultare immediatamente un medico quando si verificano questi sintomi.Tipi e cause di ictus Ictus ischemico È il tipo più comune di ictus. L'80% di tutti gli ictus sono ictus ischemici. L'ictus ischemico si verifica a seguito del blocco di un coagulo di sangue o di un vaso sanguigno che rifornisce il cervello a causa dell'ispessimento della parete del vaso.Emorragia intracerebrale (sanguinamento nel tessuto cerebrale) Si verifica a seguito del riempimento del sangue nel tessuto cerebrale a seguito della rottura di uno dei vasi cerebrali e della pressione sui tessuti circostanti.Emorragia subaracnoidea Ancora una volta, è la situazione che si verifica a seguito della rottura di uno dei vasi del cervello e, di conseguenza, può verificarsi paralisi cerebrale. A differenza dell'emorragia intracerebrale, l'emorragia non è all'interno del tessuto cerebrale, ma nella cavità e membrane che circondano il cervello.Cos'è un ictus? L'ictus ischemico si verifica quando i vasi cerebrali si bloccano o si restringono. Funziona con sangue fresco dai vasi cerebrali. Il sangue che arriva al cervello trasporta ossigeno e sostanze nutritive al cervello e rimuove l'anidride carbonica e i rifiuti cellulari dal cervello. Se un vaso è bloccato, le cellule cerebrali o i neuroni non possono generare abbastanza energia e iniziano a morire in pochi minuti. Pertanto, l'intervento medico precoce è molto importante.Cosa causa un ictus? La paralisi cerebrale ischemica può essere dovuta a una varietà di malattie. Una delle malattie più comuni è la congestione del collo o dei principali vasi che alimentano il cervello in primo luogo. Questo è più spesso causato dall'accumulo di colesterolo chiamato aterosclerosi (nota come calcificazione dell'arteria) nella parete del vaso. Se la parete del vaso diventa troppo stretta, il flusso sanguigno diventa irregolare e le cellule del sangue si uniscono per formare un coagulo di sangue. Questi coaguli di sangue ostruiscono la parete vascolare dove si formano (trombosi) o si staccano da dove si sono formati, viaggiando verso il cervello e occludono uno dei vasi di piccolo diametro che alimentano il cervello (embolia), provocando paralisi cerebrale. Un'altra causa di paralisi cerebrale sono le malattie che hanno origine dal cuore. Questi includono coaguli di sangue nelle cavità del cuore a causa di un battito cardiaco irregolare (ad esempio, fibrillazione atriale), infarto o difetti nelle valvole del cuore. Altre cause includono squilibrio dei fattori di coagulazione nel sangue, colpi ai vasi del collo.Chi lo riceve? La paralisi cerebrale ischemica è la causa più comune di paralisi cerebrale. Sebbene sia più comune di età superiore ai 60 anni, può essere riscontrato in persone di tutte le età, compresi i bambini, ed è più comune negli uomini che nelle donne. La probabilità di avere una paralisi cerebrale aumenta con l'età. Altri problemi come l'ipertensione, il diabete, il fumo e le malattie cardiache, che si riscontrano anche nella maggior parte delle persone anziane, aumentano la probabilità che queste persone soffrano di paralisi cerebrale.Come posso ridurre il rischio di paralisi cerebrale? Se hai avuto una paralisi cerebrale o hai sperimentato uno dei sintomi premonitori della paralisi cerebrale, dovresti assolutamente consultare il tuo medico per trovare la possibile causa della paralisi cerebrale e applicare il trattamento migliore per evitare che si ripeta.Malattie che aumentano il rischio di paralisi cerebrale Precedente paralisi cerebrale o mini-fella (TIA) A seconda della causa della paralisi cerebrale, il medico applicherà un farmaco speciale o raccomanderà un intervento chirurgico per rimuovere i depositi di grasso nel collo che causano l'occlusione vascolare.Alta pressione sanguigna (ipertensione) L'ipertensione è uno dei fattori di rischio più importanti per le malattie cardiache e la paralisi cerebrale. Il medico potrebbe consigliarti di controllare la tua dieta e cambiare il tuo stile di vita, oltre a prescriverti farmaci per abbassare la pressione sanguigna.Diabete L'alto livello di zucchero nel sangue aumenta le possibilità di avere una paralisi cerebrale. Cerca di mantenere il livello di zucchero nel sangue al livello raccomandato con un attento monitoraggio con il tuo medico.Malattie cardiache In particolare, battito cardiaco irregolare (fibrillazione atriale), malattie delle valvole cardiache, insufficienza cardiaca congestizia e un recente attacco cardiaco aumentano il rischio di paralisi cerebrale. Il tuo medico ti consiglierà fluidificanti del sangue e farmaci per abbassare il colesterolo. Fattori di rischio che possono essere controllati con farmaci o altri mezzi e \ o indotti dallo stile di vitaFumo Il fumo è un fattore di rischio che raddoppia il rischio di paralisi cerebrale rispetto ai non fumatori. Anche dopo aver fumato per anni, hai ancora la possibilità di smettere.Obesità, colesterolo alto o trigliceridi. Il livello di colesterolo alto è un fattore di rischio che aumenta il rischio di paralisi cerebrale di 2,5 volte rispetto a chi non ha il colesterolo alto. Puoi ridurre il rischio di paralisi cerebrale riducendo i grassi saturi e il colesterolo che assumi con il cibo e si trovano principalmente nei grassi solidi.Inattività fisica Uno stile di vita trascorso senza esercizio fisico regolare aumenta il rischio di malattie cardiache e paralisi cerebrale di 2,5 volte rispetto a chi fa esercizio.Bere troppo alcol Uso di cocaina assuefazione e farmaci simili Fattori di rischio che non possono essere controllati con farmaci o altri metodi Età avanzata Sesso La paralisi cerebrale è più comune negli uomini in età più giovane.Fattori familiari Le persone con paralisi cerebrale nella loro famiglia hanno maggiori probabilità di avere la stessa malattia. Fonte: www.amerikanhastanesi.com.tr Preparato da: Assoc. Dott. Engin Yılmaz non è ancora stato attivo su Medium.