Quali sono le differenze tra trapianto di mitocondri e trapianto di uova?

Parlando di "trapianto di mitocondri", che può essere applicato a persone che desiderano una gravidanza o le cui cellule uovo stanno invecchiando prematuramente, lo specialista in ginecologia e ostetricia Prof. Dr. Gazi Yıldırım ha detto: "Non creiamo un bambino con il trucco genetico di un'altra persona. Già, il 99 per cento del bambino è geneticamente di proprietà della madre. "I pezzi di DNA che vengono con il trapianto sono meno dell'1 per cento."

Cos'è un trapianto di mitocondri?

Il trapianto di mitocondri, recentemente emerso, è un'alternativa agli studi sulla fecondazione in vitro. Questo trapianto è molto diverso dalla donazione di ovuli o sperma. Il bambino che viene al mondo appartiene solo a quella coppia ei geni appartenenti a qualcun altro si trovano in meno dell'1% del DNA del bambino.

I mitocondri sono definiti come "il generatore della cellula". Le strutture che forniscono energia alle cellule sono chiamate mitocondri. Questi sono particolarmente importanti nelle cellule riproduttive. Ad esempio, se i mitocondri dello sperma sono esauriti o ridotti, il movimento dello sperma è compromesso, perdendo la sua capacità di fecondazione. Anche se i mitocondri dell'uovo sono esauriti, la sua capacità di fertilizzare, riprodursi, dividere e formare un bambino è compromessa.

Nessun limite di età

I mitocondri hanno il loro corredo genetico. Inoltre, questa struttura genetica passa solo attraverso la madre. Il problema più grande è la diminuzione dei mitocondri nelle cellule della progenie con l'invecchiamento. Il trapianto di mitocondri può essere eseguito soprattutto nelle donne anziane o nelle donne che hanno avuto una prova di fecondazione in vitro in giovane età e le cui uova non possono essere fecondate. In questi trasferimenti, i mitocondri possono essere prelevati dalle proprie cellule o dalle cellule di una persona più giovane. Ad un certo punto diventa come un trasferimento genico, perché trasporta il DNA contenuto dalla madre. È un metodo che può essere applicato soprattutto nelle giovani con invecchiamento ovarico, donne che vogliono un uovo in età avanzata e non hanno il potenziale per dividersi. Non ci sono limiti di età. Può essere applicato a qualsiasi età in cui la persona ha un uovo.

Il 99 per cento del bambino appartiene alla madre

Il trapianto di mitocondri è molto diverso dal trapianto di uova o sperma. Un bambino non è creato con il trucco genetico di un'altra persona. Il bambino è già geneticamente di proprietà della madre al 99%. Qui, i frammenti di DNA che vengono con il trapianto di mitocondri sono meno dell'1%. Questa in realtà non è una situazione che si possa obiettare o dire: "Abbiamo fatto questa procedura, il bambino non è più nostro". A questo punto, il trapianto di mitocondri non è come la donazione di sperma o di ovociti. Quando i mitocondri di un giovane vengono rimossi, solo le cellule di quel bambino vengono anche infettate dai geni di qualcun altro. Perché i mitocondri sono qualcosa di molto specifico e unico. Anche se la persona ha ricevuto i mitocondri dall'esterno, concepisce con il proprio uovo e viene fecondata con il proprio uovo. Quel bambino è un figlio della stessa coppia. Poiché come risultato c'è ancora un piccolo trasferimento genico, è una situazione in cui le coppie devono decidere insieme.

Uscita dal trattamento IVF

Questo trapianto è attualmente un metodo puramente esperienziale. Come i trattamenti con cellule staminali con la tecnologia avanzata, è anche possibile conservare le uova ottenute quando una persona è giovane. Già ora stiamo immagazzinando gli ovuli di persone la cui riserva ovarica sta iniziando ad invecchiare o la cui famiglia ha una menopausa precoce. All'interno di queste uova, anche i mitocondri vengono congelati e conservati. Ma non esiste ancora una cosa come la separazione e la conservazione dei mitocondri. In futuro, forse è possibile creare kit per mitocondri. Li vedremo sempre nel tempo. Perché gli sviluppi della fecondazione in vitro sono ora bloccati in un unico punto. Ma come questi trapianti, i metodi di ringiovanimento come il PRP saranno la via d'uscita dai trattamenti di fecondazione in vitro.