Funzionamento ormonale nelle donne

"Nelle donne, il controllo ormonale è governato da diversi organi. Gli ormoni rilasciati dal cervello e la sua parte speciale, l'ipotalamo, colpiscono la parte inferiore del cervello chiamata ghiandola pituitaria e con il loro effetto sulle ovaie, provocano la secrezione di due importanti ormoni che governano le funzioni femminili ".

Questi ormoni sono ormoni follicolo-stimolanti (FSH) e ormoni luteinizzanti (LH). Questi ormoni agiscono sulle ovaie per produrre ormoni sessuali estrogeni e progesterone. Inoltre, forniscono lo speciale equilibrio ormonale nell'ovaio. Prima dell'ovulazione, la struttura chiamata follicolo, che contiene l'uovo, migliora l'ormone FSH e fornisce estrogeni dalle cellule speciali in questa struttura e rende la struttura pronta per l'ovulazione. Dopo la necessaria preparazione, l'ormone LH aumenta e crea l'ovulazione. Questo periodo è solitamente intorno al 14 ° giorno dopo l'inizio delle mestruazioni.

Dopo lo scarico dell'uovo, la produzione di un ormone chiamato progesterone aumenta nell'ovaio. Il compito di questo ormone è regolare ulteriormente lo sviluppo dello strato di membrana interna chiamato endometrio nell'utero, con l'effetto dell'ormone estrogeno, e preparare questo strato per una possibile gravidanza. Tuttavia, poiché la gravidanza non si verifica in ogni periodo mestruale, questo strato viene gettato via con sanguinamento vaginale per un nuovo mese di sviluppo, che si chiama mestruazione o mestruazione. Come si può capire da questo, quando i sistemi menzionati nelle donne funzionano bene e quando sono normali, la donna avrà funzioni mestruali e femminili regolari, altrimenti il ​​suo ordine verrà interrotto.

Possono interrompere il sistema menzionato in altre malattie che si verificano nel cervello, reni, fegato, pancreas, ghiandola tiroidea, insieme agli ormoni prodotti nei sovra-reni diversi dalle ovaie e causare problemi nelle funzioni mestruali e riproduttive. Carenze epatiche e renali, diabete, in particolare uno scarso lavoro della ghiandola tiroidea, disturbi nutrizionali, stress eccessivo e sforzo corporeo possono causare tali disturbi.