Benefici del digiuno

"Lo specialista Dr. Mehmet Yavuz del Reem Neuropsychiatry Center spiega i vantaggi del digiuno durante il Ramadan e le situazioni in cui è discutibile.

Il digiuno durante il Ramadan contribuisce notevolmente alla nostra salute fisica e mentale. Il digiuno, che disciplina il nostro corpo e la nostra volontà, insegna alle persone che si trovano al confine della fame a capire e ad agire con tolleranza durante il giorno, consentendo anche alla nostra mente di lavorare in modo più pratico.

Non dedicando tempo alla digestione, il nostro corpo si concentra sull'apprendimento, la percezione e la memoria. Affermando che soprattutto il mondo della pubblicità indirizza le persone al consumo inconsciamente, il dott. Mehmet Yavuz, ricordando che la stragrande maggioranza dovrà affrontare l'obesità nel 2050 se non verranno prese misure, ha affermato che il digiuno è un'opportunità unica per la salute sia individuale che sociale.

Come dovremmo mangiare durante il Ramadan?

La percezione rafforza l'apprendimento e la memoria!

Le esigenze fisiche alle quali ci allontaniamo durante il digiuno consentono al nostro cervello di concentrarsi sul lavoro svolto. Il corpo, che non si occupa di attività metaboliche inutili, si concentra sulla percezione e sull'apprendimento, contribuendo al miglior funzionamento della nostra memoria. Dott. Yavuz spiega che il motivo per cui agli studenti viene offerta una colazione leggera prima dell'esame è che la percezione quando lo stomaco è pieno e la circolazione sanguigna nel cervello è ridotta al minimo.

Affermando che molti famosi pensatori e filosofi della storia sono morti di fame per giorni, il dott. Yavuz ha sottolineato che mangiare di meno apre la mente, contribuisce allo sviluppo personale e insegna il controllo del comportamento.

Il digiuno ritarda l'invecchiamento!

I livelli di lipidi e colesterolo nel sangue, che svolgono un ruolo chiave in molte malattie, danneggiano il nostro corpo a causa di un'alimentazione irregolare. Le pareti vascolari sono rivestite con particelle di colesterolo, interrompendo la circolazione sanguigna, che invita a molte malattie. Questa situazione, che interrompe la rigenerazione cellulare e ritarda la riparazione dei tessuti, aumenta notevolmente il processo di invecchiamento. Affermando che i livelli di lipidi e colesterolo nel sangue diminuiscono in coloro che digiunano durante il Ramadan, il dott. Yavuz ha sottolineato che grazie al digiuno i vasi vengono liberati e la circolazione sanguigna aumenta. Considerando tutti questi; Il digiuno rende il nostro corpo e la nostra mente più sani e ritarda notevolmente l'invecchiamento, poiché consente la rigenerazione delle cellule.

Cosa fa il metabolismo mentre digiuniamo?

Riposa i tuoi organi digestivi digiunando ...

Poiché il metabolismo si occupa di digerire gli alimenti consumati durante il giorno, le difese del nostro corpo e il sistema immunitario si indeboliscono. Affermando che il tempo assegnato alla digestione diminuisce durante il digiuno, il dott. Yavuz ha ricordato che anche gli organi digestivi si riposano e si rinnovano durante questo processo. Il digiuno, che consente soprattutto al fegato che lavora ininterrottamente di riposare, con le prestazioni dei globuli bianchi nel sangue, riposa separatamente ogni organo del nostro corpo e fornisce resistenza contro le malattie.

Previene la formazione del cancro!

Il caso del cancro inizia con diverse cellule anarchiche in qualsiasi parte del corpo che si ribellano per attività terroristiche. Tuttavia, questa attività terroristica a volte può fuorviare il sistema di difesa dando al corpo un'immagine simile al proprio tessuto. Se il corpo ha costantemente a che fare con le attività metaboliche, potrebbe non essere in grado di capire cosa sta succedendo. Nella persona che digiuna, l'organismo trova il tempo per controllarsi e interviene immediatamente in tali attività. Pertanto, la formazione del cancro viene prevenuta al punto di partenza.

Come dovrebbero essere nutriti i malati di cuore durante il Ramadan?

In quali situazioni fa male il digiuno?

Affermando che il digiuno è valido per le persone sane, il dott. Yavuz riassume le situazioni in cui il digiuno può essere dannoso come segue;

* Pazienti che hanno avuto in precedenza un ictus causato dalla concentrazione di sangue a seguito di disidratazione e quelli a rischio di ictus,

* Pazienti diabetici a rischio di ipoglicemia,

* Quelli con ulcere gastriche attive,

* Quelli con insufficienza renale,

* Malati di Parkinson, Alzheimer e Sara,

* Quelli con disturbi psicologici significativi,

* Pazienti che hanno bisogno di utilizzare farmaci in modo continuativo durante il giorno ...

esperto di neurologia

Dott. Mehmet Yavuz