Che cos'è il 5 dicembre, Giornata internazionale dei diritti della donna?

"La Giornata internazionale dei diritti della donna continua a essere celebrata ogni anno in diverse parti del mondo. Ogni anno, con l'adozione della legge che dà" alle donne il diritto di eleggere ed essere elette deputate al Parlamento "il 5 dicembre 1934, è celebrato come "Giornata dei diritti delle donne" ogni anno ".

Questo giorno significativo; Esprimere i problemi legati alle donne è molto importante in termini di sensibilizzazione su questo tema. Per una società moderna, democratica e avanzata, è molto importante che le donne siano responsabilizzate e incoraggiate, avere una voce, espandere il loro campo di attività, beneficiare delle pari opportunità in settori quali l'istruzione, l'occupazione, la salute, la politica e legge.

Concedere alle donne il diritto di voto ed essere elette si riferisce all'emanazione delle leggi necessarie negli anni '30 affinché le donne turche ottengano diritti politici.

QUANDO È LA GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELLA DONNA?

Il 5 dicembre 1934, alle donne turche fu concesso il diritto di voto ed essere elette sotto la guida di Mustafa Kemal Atatürk. Con l'adozione della legge del 5 dicembre 1934, che conferisce alle donne il diritto di eleggere ed essere elette deputate, ogni anno viene celebrata come la "Giornata dei diritti delle donne".

Atatürk ha dato grande importanza alle donne turche nella società turca, che ha svolto un ruolo di primo piano nell'istruzione e nella formazione della nuova generazione. Soprattutto nel campo del diritto, alle donne vengono concessi ampi diritti. Ataturk, nel 1923, "... dobbiamo credere che è il lavoro delle donne che vediamo nel mondo" o "... la ragione principale del fallimento della società viene dall'ignoranza nei confronti delle donne, se un organo di una società è in azione mentre un altro non funziona, quella società rimane paralizzata. '' ha detto.

DONNE TURCHE PRIMA DELL'EUROPA

Concedere alle donne turche "il diritto di eleggere ed essere elette deputate" ha permesso loro di avere questo diritto davanti a molte donne europee. Questo diritto è stato concesso alle donne in Francia nel 1944, in Italia nel 1945, in Grecia nel 1952, in Belgio nel 1960 e in Svizzera nel 1971.