Benefici del kiwi

"Lo sapevi che 1 kiwi soddisfa il fabbisogno giornaliero di vitamina C?"

Il kiwi, che ha un alto valore nutritivo con il suo contenuto di vitamine, minerali, antiossidanti e fibre oltre al suo diverso gusto, è un frutto molto importante per la salute umana. La sostanza chiamata petkin nel kiwi purifica il corpo dalle tossine. Inoltre, la sostanza petkin riduce il colesterolo cattivo e aumenta il colesterolo buono.

1 kiwi soddisfa il fabbisogno giornaliero di vitamina C!

Un kiwi soddisfa facilmente il fabbisogno giornaliero di vitamina C. Il kiwi contiene 4-5 volte più vitamina C degli agrumi. Inoltre è ricco di sali minerali. Oltre alla vitamina C, la vitamina A contiene vitamine B1 e B2, minerali come fosforo, calcio, ferro e proteine. È ricco di magnesio e potassio. Il kiwi è un alimento nutriente con il suo diverso gusto e contenuto di vitamine, minerali, antiossidanti e fibre. I carotenoidi sono anche ricchi di composti fenolici e antiossidanti.

Benefici del kiwi

* È utile in caso di influenza e raffreddore.

* Supporta il sistema immunitario.

* Le sostanze antimutagene del kiwi hanno proprietà antitumorali.

* È utile per i problemi di tosse e asma grazie al suo effetto di apertura del respiro.

* Il kiwi rafforza la struttura capillare.

* Un altro vantaggio del kiwi è che ha un effetto fluidificante del sangue. Il kiwi riduce il livello di grasso nel sangue e regola la pressione sanguigna.

* È importante per la salute cardiovascolare con il suo effetto fluidificante del sangue.

* In una ricerca condotta; È stato riscontrato che consumare 2 kiwi al giorno aumenta il livello di colesterolo buono e riduce il livello di colesterolo cattivo.

* Nelle ricerche sul kiwi, 15 degli amminoacidi, che sono i mattoni delle proteine, sono stati identificati nel kiwi maturo. È stata osservata una percentuale più elevata di aminoacidi chiamati glutammina, arginina e asparagina.

* Facilita la digestione perché è ricco di fibre.

Riduce i danni al DNA

In uno studio condotto dal Rowett Research Institute in Scozia, i volontari hanno consumato kiwi per 3 settimane e, come risultato di questo periodo, il danno al DNA nei linfociti è stato significativamente ridotto.