Oggi è il 1 ° dicembre, Giornata mondiale contro l'AIDS! Quali sono i sintomi dell'AIDS e come si trasmette?

"L'AIDS, che provoca l'indebolimento della resistenza del corpo e causa facili malattie, è all'ordine del giorno della giornata di sensibilizzazione del 1 ° dicembre. L'AIDS, che è l'equivalente turco della sindrome da immunodeficienza acquisita, può essere controllato in caso di diagnosi precoce. Bene, cosa sono i sintomi dell'AIDS e come viene trasmesso? informazioni importanti per la giornata "

Il 1 ° dicembre, la Giornata mondiale contro l'AIDS è stata accettata dall'Organizzazione mondiale della sanità nel 1988 per aumentare la consapevolezza. L'infezione da HIV, che ha avuto origine negli anni '60 ed è stata diagnosticata per la prima volta all'inizio degli anni '80, è un grave problema di salute pubblica e sociale nel nostro paese e in tutto il mondo. Allora cosa sono l'HIV e l'AIDS? Di seguito sono riportate alcune informazioni sui sintomi di AIDS e HIV e sullo stato di trasmissione.

CHE COSA SONO L'HIV E L'AIDS?

Il virus dell'immunodeficienza umana (HIV) è un retrovirus con involucro della sottofamiglia Lentivirinae. Il virus causa una malattia cronica caratterizzata da AIDS (sindrome da immunodeficienza acuta), che progredisce con infezioni opportunistiche a seguito della soppressione del sistema immunitario.

L'AIDS è stato descritto per la prima volta nel 1981 negli Stati Uniti dopo un aumento del numero di casi di polmonite da Pneumocystis jirovecii e sarcoma di Kaposi in giovani gay precedentemente sani nelle città di New York, Los Angeles e San Francisco. I casi successivi sono stati seguiti in pazienti con emofilia, persone che ricevevano trasfusioni di sangue, tossicodipendenti eterosessuali per via endovenosa e loro partner sessuali. Il virus è stato isolato nel 1983 da campioni di sangue di persone con quadro clinico correlato all'AIDS, come l'AIDS e la linfoadenopatia cronica. I test sierologici utilizzati nella diagnosi dell'infezione da HIV sono stati sviluppati e messi in uso nel 1985. In Africa, nel 1986, un virus antigenicamente diverso dall'HIV-1 è stato isolato in due pazienti affetti da AIDS e il virus è stato chiamato HIV-2.

IDS (Sindrome da immunodeficienza acquisita) è una tabella delle malattie create dall'HIV, chiamata in turco "Sindrome da immunodeficienza acquisita". È una situazione in cui le infezioni opportunistiche progrediscono a causa dell'alto livello di distruzione delle cellule immunitarie e causano gravi quadri di malattia. Le infezioni batteriche, virali, fungine o da protozoi che si verificano in condizioni di sistema immunitario insufficienti sono chiamate infezioni opportunistiche. Con la diagnosi precoce e lo sviluppo di condizioni di trattamento, le persone sieropositive possono vivere molti anni prima di entrare nel periodo dell'AIDS.

COME ARRIVA?

Virus dell'immunodeficienza umana, HIV,

  • Qualsiasi rapporto sessuale (orale, vaginale, anale) non protetto (senza preservativo) con una persona sieropositiva,
  • Con siringhe comuni e infette da HIV o forniture chirurgiche non sterilizzate
  • Con sangue e prodotti sanguigni infetti (Nel nostro paese dal 1987, ogni sangue e prodotto sanguigno viene somministrato al paziente dopo aver eseguito i test necessari),
  • Può essere trasmesso dalla madre sieropositiva al bambino durante la gravidanza, durante il parto o attraverso l'allattamento al seno dopo il parto.

QUALI SONO I SINTOMI?

L'infezione progredisce in determinate fasi. Il virus causa un'infezione acuta che non è specifica dell'infezione da HIV e mostra sintomi variabili durante il primo periodo di proliferazione entro 1-6 settimane dall'ingestione.

Gli anticorpi contro l'HIV si sviluppano entro 6-12 settimane. Gli anticorpi sono importanti nella diagnosi della malattia. Nel tempo necessario per sviluppare gli anticorpi, il virus è presente nel sangue e il paziente è contagioso.

Nel periodo asintomatico della durata di 6-13 anni (in media 8-10 anni) quando la persona non ha segni o sintomi, non c'è riscontro, ma la persona è contagiosa.

I sintomi che inducono i pazienti a consultare un medico per la prima volta si verificano nel primo periodo sintomatico. Durante questo periodo, vengono eseguiti test specifici per l'infezione da HIV e viene avviato il trattamento.

L'ultima fase dell'infezione da HIV è il periodo dell'AIDS. Durante questo periodo, la deficienza immunitaria diventa più pronunciata, possono verificarsi infezioni opportunistiche o alcuni tipi speciali di cancro. Soprattutto in questo periodo, sono importanti la diagnosi, il trattamento e il trattamento preventivo delle infezioni opportunistiche.

Nei pazienti avanzati, nonostante il trattamento, l'emergere di un nuovo indicatore di malattia dell'AIDS non può essere prevenuto in media entro 2 anni.

COME È IL TRATTAMENTO?

Nell'infezione da HIV non esiste ancora una cura che elimini il virus, ma esistono farmaci che controllano la replicazione del virus. Sebbene questi farmaci non forniscano il trattamento definitivo della malattia, prevengono l'indebolimento del sistema immunitario controllando la riproduzione del virus nel corpo e prevengono l'insorgenza dell'AIDS.

QUALI SONO I MODI DI PROTEZIONE DALL'INFEZIONE DA HIV / AIDS?

L'infezione da HIV è una malattia prevenibile. Le misure di prevenzione sono molto più efficaci ed economiche del trattamento.

Per la protezione dalla trasmissione sessuale;

  • Evitare contatti sessuali non sicuri e non protetti,
  • Monogamia,
  • È necessario utilizzare un preservativo durante i rapporti sessuali.

Per la protezione dalla trasmissione per via ematica

  • Uso di sangue e prodotti sanguigni sottoposti a screening per l'HIV (-),

(Al fine di proteggere dalla contaminazione con sangue e prodotti sanguigni, il sangue e gli emoderivati ​​sono stati testati per l'HIV nel nostro paese dal 1987. L'esecuzione dei test necessari prima del trapianto di organi e tessuti riduce al minimo il rischio di trasmissione dell'HIV.)

  • Uso di siringhe sterili monouso e materiale chirurgico,
  • Evitare l'uso di siringhe comuni.

Per prevenire la trasmissione dell'HIV (+) dalla gravidanza al bambino,

  • Trattamento e follow-up appropriati, pianificazione del parto tramite taglio cesareo,
  • Trattamento farmacologico alla madre prima e al bambino dopo la nascita,
  • La madre non dovrebbe allattare il suo bambino.

COME VENGONO EFFETTUATI I TEST DELL'HIV?

Nello screening e nella diagnosi dell'infezione da HIV; Con l'approccio in due fasi, si consiglia di eseguire prima un test di screening e di includere i campioni "reattivi" nel test di conferma. I test di screening comprendono la valutazione di campioni reattivi per anticorpi / antigeni e test di conferma.

Con i test di screening, consente di determinare se i sieri con “reattivo” siano sicuramente portatori di anticorpi anti-HIV. Pertanto, si raccomanda che i risultati positivi ottenuti con i test di screening siano definiti come "reattivi" e i risultati positivi ottenuti con i test di conferma come "positivi". La presenza di infezione da HIV è dimostrata solo se il risultato del test di conferma è positivo.